IMPIANTI FOTOVOLTAICI

COS’E’ E COME FUNZIONA

L’Impianto Fotovoltaico è una tecnologia che sfrutta l’energia solare per produrre energia elettrica. Composto di pannelli fotovoltaici installati in una zona ben esposta al sole, è in grado di assorbire l’energia solare e convertirla in elettricità. La conversione in energia inizia quasi immediatamente dopo il contatto. La corrente prodotta viene utilizzata per alimentare tutti gli apparecchi elettrici presenti in un’abitazione: TV, forni, frigoriferi, condizionatori, ecc. Esistono Impianti Fotovoltaici con diverse potenze, anche molto grossi, validi ad esempio per i fabbisogni energetici aziendali. Inoltre, a seconda della tecnologia scelta, si può divenire in parte o totalmente autonomi rispetto ai fornitori di energia nazionali.



COMPONENTI PRINCIPALI


MODULI FOTOVOLTAICI

Costituiscono l’elemento principale dell’impianto fotovoltaico in quanto la loro esposizione alla radiazione solare determina la produzione di energia elettrica. All’interno del modulo ci sono le celle fotovoltaiche, generalmente costituite da sottili fette di silicio che, opportunamente trattate, danno luogo alla conversione diretta dell’energia luminosa in energia elettrica. Sulla base delle caratteristiche della cella si parla di celle a silicio monocristallino (la cella è ricavata da un lingotto in cui gli atomi di silicio sono disposti a costituire un unico cristallo), celle a silicio policristallino (analoghe alle monocristalline, con gli atomi di silicio comunque ordinati ma a costituire molti cristalli uniti tra loro) e celle a film sottile o “thin film” (utilizzano materiali semiconduttori “sottili” depositati direttamente su materiali vari di supporto come il vetro o il metallo). Queste tre tipologie di celle, e conseguentemente i moduli da esse ricavate, si differenziano per svariate ragioni fra le quali l’aspetto esteriore e l’efficienza, quest’ultima via decrescente passando dalla tecnologia monocristallina a quelle a film sottile. Ciò significa che a parità di potenza dell’impianto fotovoltaico, lo spazio occupato da un impianto a film sottile è superiore rispetto a quello in silicio cristallino.


INVERTER

E’ un dispositivo elettronico che converte la corrente continua in corrente alternata con una frequenza di 50 Hz, adeguando l’energia elettrica prodotta dai moduli alle esigenze delle apparecchiature elettriche e della rete. Solitamente gli inverter incorporano dei dispositivi di protezione ed interfaccia che determinano lo spegnimento dell’impianto in caso di black-out o disturbi di rete.


STRUTTURE DI SOSTEGNO

Realizzate in alluminio ed acciaio zincato a caldo, le nostre strutture sorreggono ed orientano i moduli dando un’inclinazione adeguata rispetto al piano orizzontale. Ancoraggi o zavorre tengono legate le strutture di sostegno alla superficie di installazione. L’utilizzo di strutture di sostegno certificate e l’installazione effettuata da tecnici specializzati, garantiscono resistenza e tranquillità a lungo termine, considerando in ogni sito la possibilità di fenomeni naturali come vento, grandine e carico neve, come rappresenta la foto sottostante.

DOVE SI PUO’ INSTALLARE?

La corretta esposizione all’irraggiamento solare dei moduli fotovoltaici rappresenta un fattore chiave ai fini della prestazione dell’impianto. La decisione in merito alla fattibilità tecnica si basa sull’esistenza nel si d’installazione dei seguenti requisiti, che dovranno essere verificati dal progettista/installatore in sede di sopralluogo: disponibilità dello spazio necessario per installare i moduli; corretta esposizione ed inclinazione dei moduli; assenza di ostacoli in grado di creare ombreggiamento; distanze contatori e/o quadri elettrici; dimensionamento dell’impianto FV basato sui consumi effettivi;